Powered by Blogger.

Una marina di libri 8-11 giugno 2017

by - 11:57




Per i palermitani e per i siciliani amanti della lettura torna un appuntamento imprenscindibile ormai da otto anni a questa parte: Una marina di libri, festival della letteratura indipendente che quest'anno replica la magnifica e pregevolissima esperienza della scorsa edizione presso l'Orto Botanico di Palermo, dall'8 all'11 giugno.
Nato nel 2009 per opera dell'attivissima casa editrice del capoluogo siciliano, la Navarra editore, tra cambi di location sempre più suggestive (appunto Piazza Marina, L'Istituto di Storia Patria, la Galleria d'Arte Moderna e adesso il meraviglioso Orto Botanico di Palermo, il più grande di tutta Europa), il coinvolgimento in qualità di organizzatrice della casa editrice Sellerio, partnership sempre più estese, in pochissimo tempo Una marina di libri si è trasformata in uno dei festival più importanti dell'intero Sud Italia, gettando i presupposti per l'esponenziale crescita culturale di una città che negli ultimi anni sta visibilmente cambiando il suo volto, grazie soprattutto al lavoro dal basso che l'intera cittadinanza porta avanti con costanza e voglia di fare. 

Anche quest'anno le novità non sono poche, a cominciare dalla scelta di una tematica comune, un fil rouge, che attraversi tutte le giornate del festival: l'educazione, in tutte le sue accezioni possibili. Attraverso una stretta collaborazione con il Dipartimento di scienze umanistiche dell'Università degli Studi di Palermo, nonché con le scuole, e dunque tramite lectio magistralis, laboratori, reading e conversazioni, si parlerà di educazione come motore della costruzione di sé, ma anche di educazione al cambiamento, educazione alla consapevolezza di genere, educazione sentimentale, educazione ambientale, educazione alla legalità, e chi più ne ha più ne metta. È sotto gli occhi di tutti la disgregazione che la mancanza di strumenti culturali, e dunque di autoconsapevolezza e capacità critica, e il dilagare di populismi di ogni sorta sta provocando nel tessuto sociale e individuale che ci troviamo a vivere. Direi che non si poteva scegliere tematica migliore.





Inoltre altra novità molto importante, consiste nell'importantissimo traguardo posto a monte dell'organizzazione, di rendere Una Marina di libri il primo festival letterario accessibile dell'intero Sud Italia: la cultura d'altronde non è tale se non è realmente condivisa, ed è così che all'Orto Botanico non saranno presenti barriere architettoniche, e moltissimi servizi saranno offerti a persone affette da disabilità visive o uditive: durante i principali eventi la comunicazione sarà resa accessibile alle persone sorde attraverso l’interpretazione simultanea in LIS e la sottotitolazione intralinguistica automatica in italiano, e alle persone cieche attraverso l’integrazione delle parti non parlate con un’audiodescrizione in diretta. Inoltre, cosa importantissima, tutti i libri degli editori in fiera potranno essere consultati dalle persone cieche tramite display Braille, dalle persone ipovedenti tramite videoingranditori, e dalle persone sorde tramite dispositivi digitali di traduzione italiano-LIS in simultanea.

Più di 90 saranno quest'anno gli editori indipendenti presenti, mentre il programma si arricchisce esponenzialmente, passando da piccoli spettacoli a seminari e laboratori professionali, lectio magistralis, incontri tematici, e ovviamente reading, dibattiti e presentazioni, con nomi davvero di primo piano. Inoltre, ancora una volta quella magnifica realtà palermitana rappresentata dalla Libreria Dudi, si occuperà di una ricchissima serie di incontri pensati per i più piccini, che è sempre una gioia vedere al festival. 

Piccola importante novità da precisare: quest'anno è previsto un contributo di ingresso dal prezzo davvero irrisorio, 3€. So che molti se ne lamentano, e che non apprezzano tali trovate nelle manifestazioni culturali, ma è giusto precisare, in primis, che il contributo è interamente destinato alla manutenzione di quel luogo meraviglioso rappresentato dall'Orto botanico di Palermo, che come ogni altra istituzione culturale non naviga certo nell'oro, in secundis, che sono previste agevolazioni tali da far dimenticare presto tutto: il contributo darà infatti accesso ad uno sconto di 3€ per l'acquisto di libri presso gli stand, e il biglietto cumulativo per tutte le giornate costerà appena 5€. Insomma, basta con le polemiche.

E dato che, come ben sappiamo, i post troppo lunghi non li legge nessuno, ecco non potevo esimermi dallo sfidare la vostra pazienza e la vostra curiosità, includendovi anche una selezione degli eventi a mio parere più significativi, ai quali non dovreste assolutamente mancare. Per il resto, mi trovate a Una marina di libri!

  • GIOVEDÌ 8 GIUGNO
Ore 18:00 Serra Carolina: GLI SCRITTORI CHE CI MANCANO - OMAGGIO A GIANNI RODARI

Lettura animata liberamente tratta da Le favole al telefono, con il coinvolgimento diretto del pubblico di piccoli e grandi.

Ore 20:00 Al Paride: UNA VITA SENZA VITA - PIRANDELLO IN 50 ANNI DI LETTERE 

Presentazione del libro di Arianna Fioravanti (Giulio Persone Editore) che ripercorre cinquant'anni  (1886- 1936) della vita del grandissimo maestro girgentino, attraverso il suo epistolario in grado di donare una luce totalmente nuova e più intima sulla sua vita e sulla sua arte.

Ore 20:00 Palco: CORTILE NOSTALGIA di GIUSEPPINA TORREGROSSA

Presentazione dell'ultimo libro (pubblicato da Rizzoli) della scrittrice palermitana: un romanzo corale e pieno di vita ambientato nelle atmosfere sospese e magiche della sua città natale.

Ore 21:00 Gymnasium: HO MOLTI AMICI GAY 

Presentazione del libro di Filippo Maria Battaglia (pubblicato da Bollati Boringhieri). Una storia succinta e dettagliata su come omofobia e discriminazione siano ancora alla base della politica  e della società italiana.

Ore 21:00 Al Paride: BOMBARDAMENTI SU PALERMO - UN RACCONTO PER IMMAGINI

Presentazione e reading tratti dal libro a cura di Samuel Romeo e Wilfried Rothier (pubblicato da Istituto Poligrafico Europeo). Un volume che ripercorre per immagini la terribile realtà dei bombardamenti palermitani della II guerra mondiale, destinati a cambiarne il volto e a marcare l'identità della città.

Ore 21:00 Palco: ANGELICA E LE COMETE 

Spettacolo tratto dall'ultimo libro di Fabio Stassi (pubblicato da Sellerio), in cui torna a vivere l'antica tradizione del teatro dei Pupi siciliano, contaminato dalla contemporaneità. 


  • VENERDÌ 9 GIUGNO
Ore 17:00 Serra Carolina: 50 ANNI DALLA MORTE DI TOTÒ

Presentazione del libro Totò, l'ultimo sipario di Giuseppe Bagnati (pubblicato da Nuova Ipsa Editore).
Il 3 maggio 1957 andò in scena al Politeama di Palermo l'ultimo spettacolo teatrale del maestro Antonio de Curtis, e il libro ne ripercorre la storia e i retroscena, ricordando la compattissima figura di uno dei maggiori maestri dello spettacolo italiano.

18:00 Ai bambù: LA STANZA PROFONDA

Presentazione del libro di Vanni Santoni (pubblicato da Laterza), nella cinquina finale del Premio Strega  2017.

19:00 Gymnasium: TRADURRE IL FUMETTO

Un interessantissimo seminario su un aspetto del lavoro di traduttore spesso poco indagato e conosciuto: la traduzione dei fumetti. Quali sono le sfide e le specificità che richiede?

20:00 Palco: CONVERSAZIONE CON MAURIZIO DE GIOVANNI
Conversazione tra Gian Mauro Costa e uno dei più apprezzati scrittori italiani, autore della celebre serie dei Bastardi di Pizzofalcone.

21:00 Palco: DOVE TUTTO È A METÀ

Presentazione e spettacolo del nuovo libro di Federico Zampaglione (frontman dei Tiromancino) e lo scrittore e sceneggiatore Giacomo Gensini, pubblicato da Mondadori.

22:00 All'ombra del ficus: HAMLET RACCONTATO DALLE EX GOVERNANTI

Dopo il successo dello scorso de Il gattopardo raccontato dalle cameriere, il collettivo di scrittura Apertura a Strappo torna a proporci la rivisitazione a dir poco inusuale di uno dei grandi classici della nostra modernità.


  • SABATO 10 GIUGNO
18:00 Palco: PERCHÉ LE STORIE CI AIUTANO A VIVERE - LA LETTERATURA NECESSARIA

Presentazione del libro di Michele Cometa (pubblicato da Raffaello Cortina editore), un saggio che  nell'ottica della biopoetica e dell'antropologica filosofica cerca di ricostruire il perché e il come l'Homo Sapiens abbia sviluppato la capacità e la necessità di costruire storie.

19:00 Ai bambù: GLI SCRITTORI CHE CI MANCANO - OMAGGIO A CARLO COLLODI

Un omaggio ad uno dei più grandi scrittori della modernità italiana, il cui capolavoro, Pinocchio, è spesso trascurato o relegato ad una scrittura per l'infanzia, quando invece ha influenzato notevolmente l'intera letteratura novecentesca.

20:00 Palco: BRUCIARE TUTTO

Presentazione dell'ultimo, e tanto chiacchierato, libro di Walter Siti (pubblicato da Rizzoli), Premio Strega nel 2013. Con lui dialogherà una delle migliori voci dell'editoria italiana degli ultimi anni: Giorgio Vasta.

20:00 Serra Carolina: UN GRANDE SCRITTORE SICILIANO: LUIGI NATOLI, INVENTORE DEI BEATI PAOLI

Presentazione del libro di Gabriello Montemagno (pubblicato da Sellerio), che ricostruisce la storia dello scrittore siciliano inventore di una mitologia romanzesca straordinaria, e spesso poco conosciuta al di là della Sicilia.

21:00 All'ombra del Ficus: LE MILLE - I PRIMATI DELLE DONNE

Recital tratto dal libro a cura di Estrer Rizzo (pubblicato dalla Navarra Editore), che restituisce la voce ai primati delle donne dimenticate o oscurate dalla Storia.

21:00 Gymnasium: THE PASSENGER

Presentazione della graphic novel di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (pubblicata da Tunué). Un thriller metropolitano ambientato in una Palermo oscura e inafferrabile.

  • DOMENICA 11 GIUGNO
12:00 Sala lanza: BAMBINE RIBELLI - DA PIPPI CALZELUNGHE A TONJA VALDILUCE

Lectio Magistralis di Giordana Piccinini sulla storia di donne letterarie che hanno messo a soqquadro gli schemi prestabiliti, come Pippi, Dakota, Jo, ecc., e accanto a loro la storia di donne vere che non si sono private di fare altrettanto: Margerita Hack, Le sorelle Brönte, Artemisia Gentileschi, ecc.

18:00 All'ombra del Ficus: A 25 ANNI DALLE STRAGI - E LA MAFIA SAI FA MALE

Presentazione e reading della magnifica collana della casa editrice palermitana, Il Palindormo, dal nome E la mafia sai fa male. Un momento di incontro e di riflessione a un quarto di secolo dall'uccisione di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

18:00 Palco: LA PIÙ AMATA

Presentazione del libro di Teresa Ciabatti, pubblicato da Mondadori, nella cinquina del Premio Strega 2017. Con l'autrice dialogherà Chiara Valerio.

19:00 Ai Bambù: GLI SCRITTORI CHE CI MANCANO - OMAGGIO A VIRGINA WOOLF

Dopo lo straordinario successo dell'appuntamento dello scorso anno dedicato alla nuova traduzione di Mrs Dalloway, Chiara Valerio e Anna Nadotti (traduttrice della nuova versione di To the lighthouse), tornano a parlarci dell'immensa scrittrice inglese, a 90 anni dalla pubblicazione di Gita al Faro. 

20:00 Ai bambù: MIA FIGLIA DON CHISCIOTTE

Presentazione del libro di Alessandro Gagliano (pubblicato da NN Editore). La storia della forza che un padre trova tra le pagine dell'intramontabile classico, tra le pieghe di una precaria modernità. Con l'autore dialogherà Giorgio Vasta.

21:00 All'ombra del Ficus: LE PAROLE DEL TEMPO PERDUTO 

Presentazione e reading tratto dal libro del linguista Roberto Sottile (pubblicato da Navarra Editore). Un percorso tra parole siciliane di un tempo perduto, perché perduti sono innanzitutto gli oggetti e le tradizioni popolari centenarie a cui esse si riferivano. Con l'autore dialogherà il linguista Giovanni Ruffino.



You May Also Like

5 commenti

  1. Quest'anno per la prima volta ci sarò anch'io :D
    Sono mooolto curiosa e, a prescindere dal festival, è una scusa per visitare di nuovo l'orto botanico di cui mi sono innamorata.
    Mi sa che la combo letteratura-botanica merita parecchio!

    RispondiElimina
  2. Che bello! Sono davvero contenta :) Io sicuramente farò una scappata oggi pomeriggio e sabato una bella full immersion!

    RispondiElimina
  3. Io arriverò a Palermo venerdì sera e farò la full immersion come te sabato. Magari ti riconosco tra gli stand ;)
    Spero di riuscire a raggiungere l'orto botanico facilmente, ma confido nel senso dell'orientamento del mio fidanzato. Sono ospite da una mia parente palermitana che abita vicino Via Dante; da lì, che tu sappia, ci sono mezzi che portano fino all'orto? Immagino di sì, magari faccio un salto sul sito dei trasporti di Palermo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da via Dante puoi prendere la metropolitana alla Stazione Lolli che ha come capolinea la Stazione Centrale è da lì sono 5 minuti a piedi fino all'Orto. Oppure se scendi su Via Libertà puoi prendere il bus 101 che ha come capolinea sempre la Stazione Centrale. Ma ti consiglio vivamente la metro: ha degli orari (cosa impensabile per il bus), i vagoni di solito sono deserti e soprattutto c'era l'aria condizionata :P Anche io verrò così! L'unica rottura è che ha l'ultima corsa alle 20 se non sbaglio, quindi attenta al ritorno!

      Elimina
    2. Ok, grazie mille delle info e buon festival :D

      Elimina